Mosca senza neve e qualche chemtrails

Il sindaco di Mosca promette un inverno senza neve

Time_CNN_logo

…La forza aerea userà polvere di cemento, ghiaccio secco o ioduro d’argento per spazzare via le nuvole dal 15 novembre al 15 marzo ma solo per evitare che “la neve in eccesso”  cada sulla città, ha detto Andrei Tsybin, il capo del dipartimento…

By Simon Shuster / Moscow Friday, Oct. 16, 2009
SERGEI KARPUKHIN / Reuters / Corbis

I maiali ancora non possono volare, ma questo inverno, il sindaco di Mosca promette di evitare che nevichi. Per pochi milioni di dollari, l’ufficio del sindaco assumerà forze aeree russe per spruzzare una finissima nebbia chimica sopra le nuvole prima che raggiungano la capitale (Mosca), costringendole a scaricare la neve fuori della città. Le autorità dicono che questo sarà un vantaggio per Mosca, che in genere è coperta da una coltre di neve da novembre a marzo. Gli addetti alle strade non dovranno costantemente ripulirle, e il traffico – e la qualità della vita – migliorerà.

L’idea è venuta al sindaco Yury Luzhkov, che non è estraneo a “giocare al Signore”. Nel 2002 ha guidato un progetto per invertire il flusso del grande fiume Ob attraverso la Siberia per aiutare ad irrigare le aride terre vicine all’Asia centrale. Anche se questa idea non si è rivelata esatta come previsto – gli scienziati hanno detto che non è fattibile – questa volta, Luzhkov ha detto che non c’è modo di fallire.

Controllare il meteo a Mosca non è una cosa nuova. Prima delle due principali festività celebrate in città ogni anno – Giorno della Vittoria in maggio e City Day nel mese di settembre – le forze aeree erano spesso a corto di denaro ed ora verranno pagate per assicurare che non piova sulle parate. Con un budget cittadino di $ 40 miliardi di dollari all’anno (più grosso del bilancio di New York City), Mosca può permettersi facilmente di spendere 2-3 milioni di dollari per mantenere il cielo azzurro così gli spettatori possono vedere i carri armati e i lanciarazzi scorrere lungo la Piazza Rossa. Ora c’è una nuova sfida per l’Air Force russa: le famose tempeste di neve di Mosca.

“Lo sapete che ogni anno durante il City-Day e il Victory-Day noi creiamo il tempo?” E’ quello che ha chiesto Luzhkov ad un gruppo di agricoltori fuori Mosca nel mese di settembre, secondo le notizie diffuse dai media russi. “Beh, dovremmo fare lo stesso con la neve! Poi fuori Mosca ci sarà più umidità, un raccolto più grande, mentre per noi (ndr a Mosca)non ci sarà troppa neve. Con questo daremo un senso finanziario all’idea.”

Non sorprende che il piano è stato approvato, questa settimana, dal Comune di Mosca, che è dominata dai sostenitori di Luzhkov. Poi il Dipartimento Interno e dei Lavori Pubblici ha descritto come avrebbe funzionato. La forza aerea userà polvere di cemento, ghiaccio secco o ioduro d’argento per spazzare via le nuvole dal 15 novembre al 15 marzo ma solo per evitare che “la neve in eccesso”  cada sulla città, ha detto Andrei Tsybin, il capo della dipartimento. Ciò potrebbe significare che qualche fiocco riuscirà a sfuggire attraverso le fessure. Tsybin stima che il costo totale previsto per questo inverno per tenere a bada le tempeste sarebbe di 6 milioni di dollari, circa la metà dell’importo del costo che Mosca normalmente spende per pulire le strade dalla neve.

Finora la principale obiezione al progetto è venuto dalla periferia di Mosca, che probabilmente sarà inondata di neve se il piano dovesse andare avanti. Alla Kachan, Ministro dell’Ecologia per la regione di Mosca, ha detto che la proposta deve ancora essere valutata dagli esperti ambientali e discussa con le persone che vivono nella zona, prima che Luzhkov la renda definitiva. “I cittadini della regione hanno alcune preoccupazioni. Abbiamo ricevuto un sacco di messaggi”, ha detto Kachan l’agenzia di stampa RIA.

A sole poche settimane dall’inverno, gli ambientalisti dovranno lavorare velocemente per bloccare Luzhkov dall’attuare il suo piano di fermare i fiocchi di neve prima che tocchino le strade della città.

LINK ALL’ARTICOLO IN LINGUA ORIGINALE

permalink: http://wp.me/plKDA-ni

2 Responses to Mosca senza neve e qualche chemtrails

  1. Pingback: Terremoto nelle Marche il 27 ottobre 2009? « Code Name: Jumper

  2. abramo scrive:

    e noi respiriamo…respiriamo…respiriamo. Irrorazione l’unico metodo per agire indisturbati. Virus, controllo del clima, abbassamento delle difese immunitarie nella popolazione e tutto quello che può essere fatto dall’alto del cielo indisturbati. L’unica soluzione sarebbe una contraerea ma bisognerebbe essere in guerra. Intanto noi respiriamo…respiriamo…respiriamo…respiriamo
    Confrontate il traffico aereo in vari giorni con scie e senza scie, vi accorgerete che ci gasano in continuazione. Basta guardare il cielo spesso, cosa che raramente facciamo. Solo i porci non riescono a guardare in alto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: