Il Vaticano si prepara alla rivelazione UFO

Examiner_logoVatican prepares for extraterrestrial disclosure

di Michael Salla, Ph.D. (Dottore in Filosofia)
Honolulu Exopolitics Examiner (12 novembre 2009)

Michael SallaIl Vaticano ha appena completato una conferenza di cinque giorni sulla Astrobiologia (ndr o Esobiologia, cioè lo studio della possibilità della vita extra-terrestre) in cui gli scienziati sono stati convocati per discutere l’individuazione e le implicazioni sulla vita extraterrestre. La principale forza trainante della conferenza è stato il direttore della Specola Vaticana, il gesuita padre José Gabriel Funes. Nel maggio 2008, Funes ha rilasciato un’intervista al giornale del Vaticano, l’Osservatore Romano,  dicendo che l’esistenza di intelligenza extraterrestre pongono diversi problemi per la teologia Cattolica. La conferenza stessa è stata convocata ufficialmente dal Pontificia Accademia delle Scienze del Vaticano, presieduta dal suo leader religioso Mons. Marcelo Sanchez Sorondo, e si è tenuta in Vaticano dal 6 al 10 novembre 2009. Insieme all’intervista di Funes del 2008 e le sue successive osservazioni pubbliche, la conferenza dimostra una gradita apertura da parte del Vaticano sulla possibilità di vita extraterrestre e le sue implicazioni. L’apertura del Vaticano alla discussione di vita extraterrestre non è casuale. Fa parte di una politica di apertura segretamente adottata dalle Nazioni Unite nel febbraio 2008. In realtà, il Vaticano sta svolgendo un ruolo di primo piano nella preparazione al mondo per la divulgazione extraterrestre.

Per la maggior parte degli osservatori, la conferenza è stata una riunione scientifica innovativa riconosciuta dalla Pontificia Accademia delle Scienze del Vaticano per mostrare il sostegno della Santa Sede alla scienza moderna nella rilevazione di vita extraterrestre. La conferenza si concentra principalmente sul rilevamento di primitive forme di vita extraterrestre e ha visto l’esposizione di circa 30 esperti internazionali di astronomia, fisica e biologia. Marc Kaufman del Washington Post (“When E.T. phones the Pope” 8 novembre 2009): Gli scienziati (molti di loro sono non credenti) stanno offrendo esposizioni su temi diversi su come la vita potrebbe essere nata sulla Terra; recentemente sono stati individuati “estremofili”, microbi che vivono in luoghi difficili del nostro pianeta che potrebbero svelarci possibili vite su altri pianeti e come potrebbero essere individuate nel nostro sistema solare, o come le loro “firme” biologiche potrebbero essere trovate su pianeti extrasolari molto distanti.

La discussione delle implicazioni di vita intelligente extraterrestre, sia scientifica che teologica, non sembra predominare nell’ordine del giorno della conferenza. Uno dei presentatori, tuttavia, il Prof. Paul Davies ha commentato sulle implicazioni religiose della scoperta di vita intelligente extraterrestre: “Se si guarda indietro al dibattito nella storia cristiana su questo punto, ci si divide in due gruppi. Ci sono quelli che credono che il destino umano sia di portare la salvezza agli alieni, e ci sono coloro che credono nelle incarnazioni multiple, “Davies ha sottolineato che la teoria delle incarnazioni multiple, l’idea cioè di un Gesù Cristo multiplo che si troverebbe nell’universo” è un eresia nel cattolicesimo”.

Il Vaticano, attraverso Funes, sostiene l’idea che l’incarnazione di Cristo è un evento unico nella storia della Terra ed è legata alla “caduta” dell’umanità e al “peccato originale”. Questa idea è stata una delle tematiche principali di Padre Funes nell’intervista del 2008 che è stata intitolata “L’extraterrestre è mio fratello”. Funes ha detto che la vita intelligente extraterrestre non può avere avuto un “caduta”, e può essere “libera dal peccato originale … [ancora] in piena amicizia con il loro creatore.” Questo rende possibile considerarli come “nostri fratelli”, come ha spiegato Funes : Così come vi è una molteplicità di creature sulla terra, ci possono essere altri esseri, anche intelligenti, creati da Dio.. Questo non è in contrasto con la nostra fede, perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio … “Perché non possiamo parlare di un “fratello extraterrestre”? Anche quella sarebbe parte della creazione…
Più importante è la dichiarazione di Funes con quale rende possibile l’idea che il Cristianesimo può essere esportato in mondi extraterrestri che non hanno avuto una “caduta” come l’uomo e sono liberi dal peccato originale.

La nuova apertura del Vaticano sulla vita extraterrestre è coerente con i rapporti delle discussioni segrete che si sono tenute presso le Nazioni Unite ed iniziate nel febbraio 2008. Il rappresentante permanente del Vaticano presso le Nazioni Unite, l’Arcivescovo Celestino Migliore, ha riferito di aver partecipato insieme ad una serie di altri importanti funzionari di governo alla discussione dell’aumento di avvistamenti UFO e le implicazioni di queste visite extraterrestri. Molto significativa la posizione dell’Arcivescovo Migliore che intrattiene stretti rapporti con la Pontificia Accademia delle Scienze del Vaticano. Al tempo delle discussioni segrete presso le Nazioni Unite, l’Arcivescovo Migliore ha fatto una presentazione sulla questione morale connessa con i problemi scientifici, come il cambiamento climatico. Ancora più importanti le discussioni delle Nazioni Unite secondo quanto riferito hanno portato ad una nuova politica di apertura in corso di adozione da circa 30 nazioni che inizierà nel 2009.

Un altro importante partecipante che all’epoca era il rappresentante permanente ONU per la Gran Bretagna, Sir John Sawers, ha riferito di aver partecipato alla discussione delle Nazioni Unite nel 2008. Sawers successivamente è stato nominato a capo del prestigioso MI6 inglese (servizi segreti). La nomina di un diplomatico a capo di un servizio di intelligence è stata davvero insolita. Secondo un rapporto della BBC: “dare quel posto a qualcun che ha occupato un servizio diplomatico è da considerarsi una rottura con la tradizione.” Visto nel contesto delle riunioni del febbraio 2008 presso le Nazioni Unite, forse l’MI6 sta riconoscendo la necessità di una maggiore diplomazia nel trattare con problemi posti da una nuova politica di apertura sugli UFO e l’eventuale divulgazione di vita extraterrestre.

La sponsorizzazione del Vaticano alla conferenza di Astrobiologia è stato un evento epocale. Ne è emerso che il Vaticano è pronto a ratificare ufficialmente discussioni pubbliche sull’esistenza di vita extraterrestre. Ancora più significativo, ha dimostrato che il Vaticano era pronto ad avviare un dialogo globale sulle implicazioni teologiche della scoperta di vita intelligente extraterrestre. La conferenza sull’Astrobiologia del Vaticano è ancora un segno in più che le grandi istituzioni mondiali si stanno preparando per un certo tipo di divulgazione formale riguardante gli UFO e/o di vita extraterrestre. Questo è il risultato diretto di una serie di incontri che ha come punto di riferimento qulle del febbraio 2008 presso le Nazioni Unite e che ha portato all’adozione di una nuova politica di apertura.

Dopo più di un anno da questa politica, il Vaticano sta portando questa apertura ad un nuovo livello, e di preparare l’opinione pubblica per qualche tipo di annuncio formale di rivelazione di vita extraterrestre. Numerose fonti indipendenti hanno previsto che tale divulgazione è imminente, e che l’amministrazione Obama è destinata a svolgere un ruolo di primo piano. Il Vaticano ha anche posto se stesso nella posizione di svolgere un ruolo importante in un annuncio del genere e nel mondo dopo la divulgazione. La sua emergente posizione teologica in cui gli extraterrestri “sono nostri fratelli” è una gradita partenza al contrario delle raffigurazioni ostili di vita extraterrestre che si trovano in alcune confessioni religiose e nei film di Hollywood.

D’altra parte, l’idea che il Vaticano possa giustificare l’invio di missionari per convertire gli extraterrestri nati senza peccato originale, solleva grandi preoccupazioni. Il Vaticano, tuttavia, assume attualmente un ruolo costruttivo nella preparazione al pubblico per la divulgazione imminente di vita extraterrestre.

Vatican prepares for extraterrestrial disclosure

Traduzione: CNJ

Zecharia Siitchin e Padre Balducci

Zecharia Sitchin e Padre Balducci

L’8 ottobre 1995 Padre Corrado Balducci (11 maggio 1923-20 settembre 2008) viene intervistato da Bruno Mobrici in Speciale TG1 (Rai1) e rivela l’esistenza di forme di vita extra-terrestri senza lasciare dubbi. Padre Corrado Balducci faceva parte della Curia Vaticana ed era uno stretto collaboratore del Papa (fonte Wikipedia).

Placca_Pioneer10

Wikipedia: Simboli inseriti nella sonda Pioneer 10, con indicazioni sul nostro pianeta nel caso la sonda venga intercettata da una civiltà extraterrestre.

http://wp.me/plKDA-uD

Share

5 Responses to Il Vaticano si prepara alla rivelazione UFO

  1. JURM Ben ISman scrive:

    Al Tramonto dei nostri Tempi, al Sorgere di una Nuova Terra e di un Nuovo Cielo per una Nuova Umanità Ri – Voluzionata.
    L’umanità è pronta nella sua ulteriore Ciclica Restaurazione, si perpetui la Nuova Umanità Rinnovata e proiettata a Nuova VITA in un Nuovo Cielo e in una Nuova Terra.
    Riappaia il ritorno della Croce nei Cieli, ciò che è stato sarà di Nuovo, resti in noi la Consapevolezza di Essere la Creazione di DIO L’Unico il Supremo L’Onnipotente in Spirito Universo quale Vero DIO nostro UNICO CREATORE.
    GESU’ CRISTO sii su tutti noi, anticipa il tuo Ritorno, GESU’ ti imploriamo, mea culpa mea culpa mea grandissima culpa, Si invochi lo SPIRITO CRISTICO INFINITO sugli Uomini.
    La Battaglia Finale degli Spiriti è già in Atto, IL REGNO DI DIO TRIONFERA’ sul regno dei demoni.
    Fratelli in DIO non abbiate paura, con GESU’ SIGNORE nei nostri cuori noi non abbiamo motivo di avere paura, CRISTO SIGNORE SALVATORE ci tiene a sua Cura e Protezione.
    Pianeta dell’attraversamento chiamato anche SECONDO SOLE, forma con l’orbita sua e della Terra, una Croce simbolo nei cieli causando sconvolgimenti e spostamento dell’asse Terrestre.
    Prepariamoci ad accogliere gli Eventi, inizino i Canti e le Danze di Liberazione dalle paure e dalle angosce Umane, Un Nuovo RI – Inizio dell’Umanità in una Nuova Terra e in un Nuovo Cielo sta per porsi in essere.
    Gloria alla Santa Divina Jèrusalem Celeste e alla Nuova Umana esperienza in Terris, Dio in noi, Dio tra di noi in Dio Universo.
    L’Umanità in CRISTO GESU’ è la Vera Sposa del SIGNORE.
    VENGA IL REGNO DI DIO IN TERRA, VENGA IL SUO REGNO.
    JURM Ben ISman
    ROMA provincia li 11–11-2009 ore 22.11
    ===================
    INTEGRAZIONE E UNIFICAZIONE UNITARIA DELLE FEDI – RELIGIONI MONDIALI NEL TERZO MILLENNIO NELLA FRATELLANZA DEI POPOLI E DELLE RELIGIONI.

    Essere nello Spirito del Nuovo Johannes Baphtist del Terzo Millennio non è essere il Battista ma è esserlo nello Spirito.

    Si Invochi lo Spirito Cristico Cosmico di Luce Infinita sugli Uomini.

    JESUS CRISTUS IN DEUS PATER ET SPIRITUS SANCTI.

    Presento e Propongo con animo il progetto di Integrazione e Unificazione Unitaria delle Fedi – Religioni in una Unione Unitaria Mondiale delle Religioni in DIO UNO formando la Religione tra le Religioni.

    Non una Religione tesa a sostituire le altre, non una Religione alla ricerca di adepti ma semplicemente un Unire, un Religere.

    La nuova alba religiosa e spirituale del terzo millennio libera dalle prigioni manipolative e dalle sue separazioni.

    NIENTE DIVISIONI NIENTE SEPARAZIONI.

    http://www.unionereligionijurm.com/

    Per la Integrazione di Unificazione Unitaria delle Fedi Religioni in una Unione Unitaria Mondiale delle Religioni in DIO UNICO SUPREMO UNIVERSALE .

    Chiamata a raccolta di tutto il raccolto del pescato DELL’IDDIO UNICO PADRE CELESTE UNIVERSALE.

    Chiamo L’Umanità tutta a unirsi sotto L’UNICO DIO con la conseguente congiunzione SOLARE alla SORGENTE UNI PRIMARIA L’IDDIO UNO.

    L’Umanità spogliata denudata e liberata dai veli ingannatori schiavizzanti di antiche ragnatele ingabbianti, porta la restaurazione dell’essenza integra dell’Essere che alla luce dei RAGGI del SOLE da NOTA di SE’ all’Alba del terzo millennio per una nuova TERRA e un nuovo CIELO.

    Progetto: Operazione Contagio Spirituale-Religioso.
    DAL TEMPO E’ VICINO AL TEMPO E’ ADESSO !
    ORA è il Tempo dell’azione Unificatrice Unitaria delle Religioni.

    L’Operazione di Unificazione Unitaria delle Religioni di JURM Ben ISman non ha Paternità se non quella dell’Intera Umanità delle Anime del presente e del passato di tutte le generazioni che dalla creazione di DIO UNICO SUPREMO si sono succedute.

    E’ mio compito propormi come catalizzatore nella realizzazione di questa immane Rivoluzione che nasce dall’Essere, niente di più niente di meno.

    Sia ben chiaro a tutti che la paternità Umana che ci compete nella Unificazione Unitaria delle Religioni del Mondo Jurmiana è da attribuirsi all’Intera Umanità di tutti i Tempi dei Tempi.

    Ora e adesso avvenga il contagio che innesca in noi Umani tale Rivoluzione Universale.

    La luce DIVINA illumini tutti noi nel momento di massimo smarrimento e di follia da ultima spiaggia, da ultima scialuppa.

    Si propaghi l’operazione contagio, il miracolo accade adesso, il miracolo siamo noi.

    Ora e adesso è il tempo dell’Azione Unitaria delle Fedi-Religioni in DIO UNO.

    Nell’Isola della Rugiada Divina ” I-TAL-YA ” inter amnes Albula et Batinum, si forma il Ponte inter Anthropos et DEUS.

    In tale disegno si configura la congiunzione del Ponte tra la Terra e il Cielo tra i suoi Figli e DIO UNICO PADRE SUPREMO UNIVERSO.

    Nello spirito Conciliatore e Unificatore Unitario delle Fedi – Religioni del Mondo del Catalizzatore : Johannes Unificator Religio Mundi.

    Nello Spirito Catalizzatore del Nuovo Umanesimo Nascente.

    Nello Spirito Conciliatore del Mondo, servitore degli Uomini e servo di DIO.

    Nello Spirito Creatore del Nuovo Mondo sarà, anzi già è.

    Si resti nel grembo della propria Religione abbracciando l’Unificazione all’Unione Unitaria delle Religioni.

    Ci si riappropri della interiore identità di appartenenza.

    NELLO SPIRITO DEL RITORNO DI JOHANNES BAPHTIST COME NELLO SPIRITO DEL RITORNO DI CRISTO RE NEL TERZO MILLENNIO, COME NELLO SPIRITO PREDICATORE E PROFETA DEL CAMBIAMENTO DALLA VECCHIA ERA ALLA NUOVA.

    ESSERLO NEL LORO SPIRITO DEL CAMBIAMENTO NEL TERZO MILLENNIO.

    Simbolicamente dritto in piedi a mo di croce li accoglie in sé con i suoi eventi dopo averli lungamente procreati e provocati, che a mo di parafulmine assorbe sulla sua croce e ritrasmette il tutto nel nostro Nuovo Mondo, e nella nostra Nuova Umanità PACIFICATA nella CLEMENZA nel PERDONO e nell’Amore misericordioso dove gli Uomini saranno ri-uniti nell’Adorazione del DIO UNICO SUPREMO PADRE CELESTE IN SPIRITO, AMORE E VERITA’.

    Noi Umanità, siamo il risultato della CREAZIONE DI DIO UNICO SUPREMO L’ALTISSIMO è in tale VERITA’ ci riconosciamo ORA E SEMPRE.

    In fede,
    JURM Ben ISman
    Catalizzatore del Nuovo Umanesimo Nascente.

  2. Pingback: 27 novembre 2009 Rivelazione UFO « Code Name: Jumper

  3. Pneuma Aghion III scrive:

    Il mio post non vuole screditare nulla e nessuno; il suo scopo è quello di esaltare la natura extraterrestre del Dio delle Sacre Scritture, con la conseguente illustrazione di un Adamo ottenuto dall’incrocio genetico di una razza di primati con geni alieni, e di un Gesù ottenuto ibridando ulteriormente il Sapiens Sapiens con i soliti geni alieni, ottenendo così un uomo perfetto e così distante dal resto dell’umanità tipica.

  4. KhAoS scrive:

    Ho visto una mucca che volava fuori dalla finestra!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: