La peste nera sta attraversando l’Europa?

Plague of black lung is sweeping through Europe

November 24, 2009 – Lake County Independent Examiner – Robert Rule

La nuova malattia originaria dell’Ucraina si sta lentamente diffondendo in Europa e si dice che sia molto simile a quella dell’influenza del 1918 che ha ucciso milioni di persone. Alcuni rapporti sostengon che la peste polmonare è una combinazione di tre diversi tipi di ceppi influenzali. E’ stata chiamata peste nera perché ai raggi x i polomoni delle vittime sono neri.

Il presidente dell’Ucraina ha dichiarato: “La gente sta morendo. L’epidemia sta uccidendo i medici. Questo è assolutamente inconcepibile nel ventunesimo secolo. Abbiamo inviato le analisi a Kiev. Non crediamo che sia l’influenza suina H1N1. Né sappiamo che tipo di polmonite sia.”

La peste nera viene considerata una sorta di polmonite virale e si dice essere molto aggressiva e uccide centinaia di persone. I funzionari hanno contattato l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e un team di specialisti sta indagando.

Ci sono teorie del complotto a questa nuova epidemia e questo è forse la cosa più strana.

Plague of black lung is sweeping through Europe

Approfondimenti:

D225G Ukraine Norway Link and China Spread

From Hell To Veins

http://wp.me/plKDA-w3

Share

Annunci

4 thoughts on “La peste nera sta attraversando l’Europa?”

  1. Ciao CNJ… sono andato a vedere i dati dell’RSOE EDIS, l’osservatorio sulle epidemie. Se vuoi lo trovi qui:
    http://hisz.rsoe.hu/alertmap/woalert_read.php?cid=23630
    Cliccando su “Situation Update” ti da i rapporti man mano che arrivano.
    Attualmente ci sono 1.700.000 e rotti casi infetti e 404 morti. Mortalità quindi in linea con quella H1N1: 0,2 per mille.
    Quello che nessuno dice è quanti dei morti avevano patologie pregresse e, soprattutto, quanti dei morti erano stati vaccinati.
    Ho fatto un pensiero: se i morti fossero stati tutti non vaccinati avrebbero già suonato le trombe di Gerico. Invece il silenzio imperversa.
    L’unica cosa su cui insistono è sul fatto che questa forma è insensibile al Tamiflu. Cosa che però si sapeva essere più o meno valida anche per l’H1N1, nei confronti del quale arrivava al massimo ad abbreviare il periodo di infezione di 36 ore.
    Sarebbe davvero interessante trovare la distribuzione percentuale dei vaccinati tra le vittime.
    Se hai fonti migliori delle mie…
    Buona notte.

  2. P.S.
    Secondo questa intervista al capo dell’unità di patologia legale di Chernivtsi (http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=16088), le 18 vittime da lui esaminate sono morte per quella che viene chiamata “sindrome da distress respiratorio”. In pratica una reazione anomala immunitaria che ricopre di fibrina gli acini polmonari, impedendo l’immissione in circolo sanguigno dell’ossigeno introdotto nei polmoni. Ne polmonite ne peste nera, almeno per questi casi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...