La storia svelata

History unfolding
Sunday, December 20th, 2009
Dr. David Kaiser

Il “riscaldamento globale” spaventa una parte di un quadro politico più ampio? L’eminente storico Dr. David Kaiser avverte che quelle nazioni che non conoscono la loro storia sono condannate a ripeterla.

Sono uno studente di storia. Professionalmente, ho scritto 15 libri di storia che sono stati pubblicati in sei lingue e ho studiato storia tutta la mia vita. Sto cominciando a pensare che ci sia qualcosa di enormemente monumentale, e non credo che si tratti semplicemente di una crisi bancaria, o di una crisi dei mutui, o di una crisi del credito. Sì queste esistono, ma sono solo singole sfaccettatura di una pietra di grandi dimensioni, che solo adesso è giunta ad una maggiore attenzione.

Qualcosa di proporzioni storiche sta accadendo. Posso sentirlo perché so come ci si sente, gli odori, come appare, e come la gente reagisce ad esso. Sì, una tempesta perfetta starebbe per preparasi, ma c’è qualcosa che sta accadendo all’interno del nostro paese che è stato in continua evoluzione per circa dieci-quindici anni. Negli ultimi due il ritmo è drammaticamente accelerato.
Noi chiediamo e poi codifichiamo in legge il requisito che le nostre banche facciano prestiti massicci a persone che sanno che non potranno mai ripagare? Perché?

Abbiamo appreso pochi giorni fa, che la Federal Reserve, che ha poco o nessun controllo reale da parte di chiunque, ha “prestato” due miliardi di dollari (cioè $ 2.000.000.000.000) nel corso degli ultimi mesi, ma non ci dicono a chi e perché e non ci forniscono le condizioni. Questo è denaro nostro. Tuo e mio. Ed è tre volte i 700 miliardi dollari che tutti noi abbiamo sostenuto così strenuamente appena lo scorso settembre. Chi ha questo denaro? Perché ce l’hanno? Perché le condizioni non sono disponibili a noi? Chi l’ha chiesto? Chi ha autorizzato questo? Ho pensato che questo fosse un governo di “we the people”, che ha prestato i nostri poteri ai leader eletti. Apparentemente no.

Ci abbiamo messo intenzionalmente due o più decenni a de-industrializzare la nostra economia. Perché?

Abbiamo intenzionalmente ammutolito le nostre scuole, ignorato la nostra storia e non più insegnato i nostri fondamenti, rari e degni di conservazione. Gli studenti in generale non possono scrivere, pensare in modo critico, leggere, o articolare. I genitori non si sono indignati, gli insegnanti non hanno fatto i picchetti e i consigli scolastici continuano a sostenere la mediocrità. Perché?

Ora abbiamo stabilito il precedente di protestare prima di ogni elezione (violentemente in California su una posizione che è talmente controversa che vuole semplicemente mantenere la definizione di matrimonio tra un uomo e una donna. Avete mai pensato che fosse stato possibile appena una decina di anni fa ?) Abbiamo danneggiato il nostro sacro processo politico permettendo che giudici non eletti scrivano leggi che cambiano radicalmente il nostro modo di vita, e poi i principali gruppi marxisti come ACORN ed altri di trasformare il nostro sistema di voto in una repubblica delle banane. A quale scopo?

Ora il nostro settore dei mutui sta crollando, i prezzi delle case sono in caduta libera, grandi industrie stanno fallendo, il nostro sistema bancario è sull’orlo del collasso, la sicurezza sociale è quasi in fallimento, come “Medicare” e il nostro intero governo .. Il nostro sistema di istruzione è peggio di uno scherzo (io insegno all’università e so esattamente di cosa sto parlando) – l’elenco è impressionante nella sua lunghezza, larghezza e profondità. E’ potenzialmente un 1929 moltiplicato dieci volte. E noi siamo in guerra con un nemico che non possiamo nemmeno nominare per timore di offendere le persone della stessa religione, che, a sua volta, non vede l’ora di tagliare la gola dei tuoi figli, se avessero l’opportunità di farlo.

E, infine, abbiamo eletto un uomo di cui nessuno sa davvero nulla, che non ha mai corso tanto quanto un Dairy Queen (catena di fast-food), per non parlare di una città grande come Wasilla, in Alaska. Tutte le sue associazioni e le alleanze con i radicali sono reali nei loro campi di occupazione, e tutto ciò che di lui impariamo a conoscere, goccia dopo goccia, è inquietante, se non addirittura spaventoso (Sicuramente avrete sentito parlare della sua idea di creare e finanziare una forza di difesa civile obbligatoria più forte dei nostri militari per un uso interno ai nostri confini? No? Oh, certo. I media non vi avrebbero mai parlato di questo per evitare di dare una risposta. La figlia in cinta di Sarah Palin e il suo guardaroba da $ 150.000 sono più importanti.)

La piattaforma vincente di Obama può essere riassunta in una parola: cambiamento. Perché?

Non ho mai avuto tanta paura per il mio paese e per i miei figli come adesso.

La campagna di questo uomo per avvicinare le persone, è una cosa che non ha mai fatto nella sua vita professionale. Nella mia valutazione, Obama ci divide su linee filosofiche, ci spinge oltre, e quindi prova a riallineare i pezzi in una nuova e diversa struttura di potere. Il cambiamento sta davvero arrivando. E quando arriverà, non rivedrete più la stessa nazione di prima.

E questo è solo l’inizio.

Come un serio studioso di storia ho pensato che non avrei mai sperimentato ciò che era un semplice principio morale tedesco circolante a metà degli anni ’30. A quei tempi, il “salvatore” era un buon agitatore e persuasore della strada, del quale i tedeschi non sapevano quasi nulla. Quello che avrebbero dovuto sapere è che egli è stato associato con i gruppi che gridava, urtava e si spingeva tra la gente con cui erano in disaccordo; tagliava la sua strada sul palcoscenico politico attraverso una grande dialettica. I conservatori “perdenti” lo stanno realizzando ora.

E c’erano le promesse. I periodi di congiuntura sono stati duri, la persone hanno perso il posto di lavoro, ed egli era un grande oratore. E sorrideva e si accigliava e si agitava molto. E la gente, anche i giornali, hanno avuto paura di parlare per paura che le sue “camicie brune” potessero sottometterle. Cosa che hanno fatto – regolarmente. E poi, è stato regolarmente eletto in ufficio, mentre una crisi economica a tutto-vapore fioriva a portata di mano – la Grande Depressione.

Lentamente, ma inesorabilmente, ha preso il controllo del potere di governo, persona per persona, reparto per reparto, burocrazia per burocrazia. I figli di cittadini tedeschi sono stati in un primo momento, incoraggiati ad aderire ad un movimento giovanile nel proprio nome, dove si insegnava esattamente cosa pensare. Più tardi, erano tenuti a farlo. Non gli ebrei, naturalmente.

Come ha fatto a convincere la gente dalla sua parte? Lo ha fatto promettendo il lavoro a chi non l’aveva, sostenendo il controllo delle armi, l’assistenza sanitaria per tutti, salari migliori, posti di lavoro migliori, e promettendo di riaffermare l’orgoglio, ancora una volta nel paese, in tutta l’Europa, e in tutto il mondo. Lo ha fatto con i media compiacenti – Lo sapevate questo? E ha fatto tutto questo in nome della giustizia e del cambiamento. E la gente sicuramente ha ottenuto quello per cui ha votato.

Se pensate che sto esagerando, cercate!. È tutto lì nei libri di storia.

Così leggete i vostri libri di storia. Molte persone di coscienza nel 1933 si sono opposte e sono state zittite, chiamate per nome, derise e ridicolizzate. Quando Winston Churchill ha sottolineato l’ovvio alla fine del 1930, mentre seduto nella Camera dei Comuni in Inghilterra (non era ancora Primo Ministro), fu fischiato e chiamato piantagrane pazzo. Aveva ragione, però. E il mondo rimpianse il fatto che lui non fosse stato ascoltato.

Non dimenticate che la Germania è stata più educata, era il paese più colto d’Europa. Era piena di musica, arte, musei, ospedali, laboratori e università. Eppure, in meno di sei anni (un periodo di tempo più breve di appena due termini della Presidenza degli Stati Uniti) ha sottomesso i propri cittadini, e uccidso gli altri, abrogando le proprie leggi, piegando i figli contro i genitori e i vicini di casa contro i vicini. Tutto con le migliori intenzioni, naturalmente. La strada per l’inferno è lastricata di queste cose.

Come pensatore pratico, non uno troppo incline a decisioni emotive, ho una scelta: posso credere a quello che mi dicono gli oggettivi pezzi di prove (anche se mi fanno disgusto); posso credere a quello che la storia mi sta gridando proveniente dall’abisso di sette decenni fa, o posso, sperando di sbagliarmi chiudendo gli occhi, di avere dell’altro “latte” e ignorare ciò che sta accadendo intorno a me.

Scelgo di credere alle prove. Non c’è dubbio che alcune persone si faranno beffa di me, altri rideranno e altri diranno che io sono uno sciocco, ingenuo, o entrambi. In qualche misura, lo sono. Ma non ho mai avuto paura di guardare la gente negli occhi e dire loro esattamente ciò in cui credo e per quale motivo ci credo.

Sto pregando di sbagliarmi. Ma non ci credo. Forse l’unica speranza è il nostro voto alle prossime elezioni.

Il professor David Kaiser, di Jamestown, Rhode Island, è uno storico rispettato le cui opere pubblicate hanno coperto una vasta gamma di argomenti, dalle guerre in Europa  all’American League di baseball. Nato nel 1947, figlio di un diplomatico, Kaiser ha trascorso la sua infanzia in tre capitali: Washington DC, Albany, New York, e Dakar, in Senegal. Ha frequentato l’Università di Harvard, laureandosi in storia nel 1969. Ha poi trascorso diversi anni ad Harvard, ottenendo un dottorato in storia nel 1976. Ha servito l’Esercito tra il 1970 e il 1976. E’ un professore di strategia e politica del Dipartimento della United States Naval War College. In precedenza ha insegnato presso la Carnegie Mellon, Williams College e l’Università di Harvard. Il suo ultimo libro, The Road to Dallas, circa l’assassinio di Kennedy, è stato recentemente pubblicato dalla Harvard University Press.

Fonte

Traduzione: CodeNameJumper

http://wp.me/plKDA-zi

Share

Advertisements

One Response to La storia svelata

  1. Pingback: La storia svelata « Code Name: Jumper | Uni Ego

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: