Marco Pizzuti – Nikola Tesla

Marco Pizzuti – Nikola Tesla
Roma, 17 gennaio 2010
Organizzazione: David Icke Meetup-Roma

Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici. Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione.
Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’ energia senza limiti, che può essere incanalata.”

Nikola Tesla



Share

Annunci

2 pensieri su “Marco Pizzuti – Nikola Tesla

  1. Sono un ingegnere, studio molti degli argomenti di cui Lei tratta da tempo, tra le altre cose ho anche recentemente comprato e letto il Suo libro che sicuramente offre al lettore degli spunti che inducono all’apporfondimento (tra l’altro ripresi anche in altri testi) e anche delle interessanti prospettive singolari (ritengo siano Sue). Mi permetto di esporre alcune (per me) note formali e di sostanza:

    1. il testo italiano non e’ dei migliori – probabilmente la fretta/rapidita’ di stesura hanno contribuito negativamente. Dovrebbe essere raffinato ulteriormente e ripassato al setaccio per duplicazioni/ripetizioni che appesantiscono la lettura

    2. il testo in se’ espone materiale per piu’ libri (e questo e’ sicuramente un bene per la quality/price ratio), probabilmente anche questo contribuisce alla complessiva sensazione di “staccato” che forse non giova – Le concedo che questo potrebbe essere mera questione di gusto

    3. a volte cita persone che hanno (ancora) uno status di “scienziato” ( aprescindere dal fatto che siano o meno professori universitari o ricercatori presso gli enti piu’ diversi) – rischiando quindi di citarsi addosso o citarsi in loop con colleghi che scrivono libri analoghi ai suoi. Questo , senza nulla togliere alle Sue e alle vostre (dei suoi colleghi intendo) proprie competenze, dal mio punto di vista, tende a sminuire il lavoro complessivo. Tra le altre cose vista la mole di note e riferimenti che ha inserito poteva farne decisamente a meno

    4. se evitasse di citare sempre – a prescindere che cio’ sia vero, verosimile o solo ipotetico – “le lobby della perpetuazione dell’uso dell’energia fossile a discapito di qualunque possibile evidentissima soluzione alternativa” (e una mia colorita trasformazione delle Sue espressioni) e lasciasse i crudi fatti e le Sue deduzioni – il libro acquisirebbe un taglio piu’ scientifico senza scadere in alcuni passaggi nella letteratura del tipo “UFO attacco alla terra”

    5. la relativita’ generale e la meccanica quantistica – hanno insite alcune incoerenze che sicuramente devo essere spiegate e discusse ancora e tanto di piu’ nel profondo (nonostante se ne e’ parlato moltissimo negli ultimi anni come nei primi). A toglierLe ogni dubbio io sono tra quelli che evidenziano ed hanno ben presente questi aspetti di incoerenza e di incompletezza, mi trovo quindi per certi aspetti vicino a Lei. Queste teorie ed i loro padri meriterebbero comunque di essere trattate con maggior rispetto a prescindere dalle inoppugnabili prove che Lei ritiene di avere ed a prescindere dai pareri di altri scienziati che possano supportare le Sue tesi. In alcuni passi mi e’ sembrato (in particolare quando tratta di Albert Einstein) che avrebbe potuto usare piu’ cautele almeno formali.

    6. Ritengo Nikola Tesla la persona piu’ di genio che abbia mai calcato la Terra. Questo non esclude il fatto che anche altri ovviamente hanno contribuito al progresso scientifico e che magari in qualche caso possa avere visto le cose troppo “biased” cioe’ troppo attraverso la lente del suo sapere e dei suoi modelli. Su alcuni aspetti del vacuum, della struttura dello stesso e di altri aspetti peculiari credo ci possano essere delle interessanti possibilita’ magari non apprezzate o comprese da Tesla – non perche’ ci sia oggi qualcuno piu’ bravo ma perche’ oggi disponiamo di mezzi su larga scala che prima poteva avere/concepire lui e solo lui: infatti era 100-110 anni avanti. Adesso siamo 115 anni avanti e lavoriamo in parallelo e condividiamo in rete i risultati. Questo inizia a darci un bel vantaggio. Questo vantaggio sarebbe massimo se ripartissimo a studiare sistematicamente e seriamente (in tanti di piu’) i suoi lavori.

    Cordiali saluti.
    –r

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...