Palla di fuoco fa un morto e otto feriti in Argentina

26 settembre 2011Terrore e morte in Argentina: una palla di fuoco è piovuta dal cielo ieri notte e si è schiantata su Monte Grande, 28 chilometri a sud di Buenos Aires, causando un morto, otto feriti e distruggendo case ed automobili. Popolazione nel panico…

Erano le 2.30 di notte (26 settembre 2011) in Argentina (le 9.30 in Italia), quando “ho visto una sfera molto luminosa nel cielo”, racconta una donna che viveva nei pressi della casa distrutta al canale argentino Crónica TV…

Un fenomeno confermato anche da altre persone: “Ero alla finestra, ed ho visto qualcosa di rosso che si avvicinava scendendo dal cielo”…

Reynlado Rojas, che vive con la sua famiglia a pochi metri dal luogo dell’esplosione, racconta questo al quotidiano La Nación: “Ho sentito una forte esplosione e mi sono svegliato: all’improvviso sembrava fossimo in pieno giorno per la luce che c’era”…

Così invece racconta Estela, anche lei abitante a pochi metri dall’impatto, fuggita in pigiama subito dopo l’esplosione: “D’improvviso si è illuminato tutto, non potevo crederci. Ho pensato che fossero saltati i cavi dell’alta tensione. Ho temuto fossero morti tutti”. Leonardo Recalde, tra i più vicini al luogo dell’impatto, chiosa così ai cronisti: “Ho sentito un forte boato, e tutti i vetri di casa mia che esplodevano verso l’interno. Mia figlia di quindici giorni dormiva proprio vicino la finestra della mia stanza, e tutti i vetri sono finiti nella sua culla. Fortunatamente però non è rimasta ferita”…

Secondo il capo del planetario astronomico di Buenos Aires, Mariano Ribas, non si deve escludere la possibilità che l’esplosione sia legata alla caduta di un frammento di meteorite o di un satellite in disuso. Un pezzo di meteorite delle dimensioni di un pallone o di un televisore può tranquillamente provocare questi danni.

Annunci

2 Responses to Palla di fuoco fa un morto e otto feriti in Argentina

  1. Pingback: Franz’s Blog > Da Code Name: Jumper: Palla di fuoco fa un morto e otto feriti in Argentina

  2. Marco says:

    In Italia nn se ne è parlato minimamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: