La peste nera sta attraversando l’Europa?

Plague of black lung is sweeping through Europe

November 24, 2009 – Lake County Independent Examiner – Robert Rule

La nuova malattia originaria dell’Ucraina si sta lentamente diffondendo in Europa e si dice che sia molto simile a quella dell’influenza del 1918 che ha ucciso milioni di persone. Alcuni rapporti sostengon che la peste polmonare è una combinazione di tre diversi tipi di ceppi influenzali. E’ stata chiamata peste nera perché ai raggi x i polomoni delle vittime sono neri.

Il presidente dell’Ucraina ha dichiarato: “La gente sta morendo. L’epidemia sta uccidendo i medici. Questo è assolutamente inconcepibile nel ventunesimo secolo. Abbiamo inviato le analisi a Kiev. Non crediamo che sia l’influenza suina H1N1. Né sappiamo che tipo di polmonite sia.”

La peste nera viene considerata una sorta di polmonite virale e si dice essere molto aggressiva e uccide centinaia di persone. I funzionari hanno contattato l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e un team di specialisti sta indagando.

Ci sono teorie del complotto a questa nuova epidemia e questo è forse la cosa più strana.

Plague of black lung is sweeping through Europe

Approfondimenti:

D225G Ukraine Norway Link and China Spread

From Hell To Veins

http://wp.me/plKDA-w3

Share

Annunci

Polonia: il vaccino A-H1N1 è una truffa

(AGI) – Varsavia, 18 nov. –

La Polonia e’ convinta che il vaccino contro l’influenza A sia una “truffa” ai danni dei cittadini da parte delle case farmaceutiche. In un intervento in Parlamento, pronunciato nei giorni scorsi e pubblicato in inglese su diversi siti web, il Ministro della Salute polacco, Ewa Kopacz, ha espresso “seri dubbi” rispetto alla gestione dell’influenza A da parte dei “Paesi ricchi”. “Il nostro Paese e’ molto saggio e sappiamo distinguere con precisione la verita’ dalle bugie”, ha spiegato il ministro. “Qual’e’ il dovere di un ministero della Salute? Concludere accordi che facciano l’interesse dei cittadini o quello delle case farmaceutiche?”, si e’ domandata la Kopacz. Il ministro polacco ha parlato anche delle possibili controindicazioni del vaccino: “Ci sono siti Internet in cui i produttori di vaccini sono obbligati a pubblicare gli effetti collaterali”, ha spiegato, “le vaccinazioni in Europa sono iniziate il primo ottobre del 2009 e vi invito a visitare uno qualsiasi di questi siti, non esiste un sono effetto collaterale, hanno creato un farmaco perfetto…”. Quindi Kopacz, nel corso del suo intervento, rilanciato anche su Youtube, ricorda i dati dell’influenza stagionale che colpisce “un miliardo di persone ogni anno in tutto il mondo e un milione di persone muore ogni anno. E’ mai stata annunciata una pandemia a causa dell’influenza stagionale?”.

Influenza A: la Polonia contro il vaccino “é una truffa”

Segnalatato da Franz’s Blog

Share

http://wp.me/plKDA-vv

Da Diegaro parte la resistenza al vaccino A-H1N1

IlRestoDelCarlino_Mercoledì4Novembre2009

Un piccolo gruppo editoriale contro le autorità sanitarie
Da Diegaro parte la resistenza al vaccino

Lo spettro dell’influenza suina? “Agitato per un operazione di marketing farmaceutico”

Intervista del Resto del Carlino a Giorgio Gustavo Rosso di Macro Edizioni

GiogioGustavoRosso_Vaccinarsi? Giammai, Giorgio Gustavo Rosso, 61 anni, genovese trapiantato in Romagna – nel ’91 si è trasferito a Sarsina e qualche anno più tardi a Cesena -, dei vaccini è un nemico giurato. Da sempre. Tanto da avere affrontato a suo tempo perfino un processo pur di impedire che ad uno dei suoi quattro figli venisse, “in nome della legge”, somministrata l’antipolio. E ora dalla tolda di comando del Gruppo Editoriale Macro, fondato insieme alla compagna Ivana nel 1987, quartier generale attualmente a Diegaro di Cesena (Forlì-Cesena), è deciso a scatenare una martellante offensiva contro le annunciate vaccinazioni di massa per tenere a bada la cosiddetta influenza suina.

Il marchio Macro stampa libri alternativi (ecologia, salute, spiritualità e via discorrendo) ed è arrivata a distribuirne oltre un milione l’anno. Ma il colpo grosso c’è scappato nel 2007, con i diritti per The Secret, il best seller dell’australiana Rhonda Byrne, tratto –con un singolare percorso inverso- da un film di successo. Ne sono già state vendute più di 300mila copie. L’audience insomma c’è: sui siti del gruppo navigherebbero 50mila visitatori al giorno. Ed è a questa platea che da settimane Rosso manda un messaggio: l’influenza è innocua, è il vaccino semmai ad essere pericoloso.

Continua a leggere

A-H1N1 Obama dichiara l’emergenza nazionale

LaRepubblica_logoWASHINGTON – Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha dichiarato l’influenza “A” “emergenza nazionale” negli Usa. La Casa Bianca precisa che Obama ha firmato la dichiarazione di emergenza venerdì sera. Una firma che permette, tra l’altro, di accelerare la distribuzione dei vaccini e di avviare operazioni su vasta scala, se necessario, per arginare la diffusione del virus.

La dichiarazione di emergenza nazionale da parte del presidente permette anche, alle autorità sanitarie, di bypassare alcuni adempimenti previsti dalle norme federali. La settimana scorsa era stata ventilata la possibilità di ritardi nella consegna dei vaccini anti-influenzali.

Anne Schuchat, dei CDC (centri di controllo e prevenzione) di Atlanta, aveva annunciato che per la fine del mese di ottobre saranno disponibili solo 28-30 milioni di dosi, invece dei previsti 40 milioni.

Negli usa, 46 Stati su 50 sono stati colpiti dall’epidemia: milioni i casi segnalati, oltre 20 mila i ricoveri e mille morti, di cui 100 bambini.

(24 ottobre 2009) La Repubblica

leggi anche: Verso il grande Armageddon?

.

permalink: http://wp.me/plKDA-oT

Il virus A-H1N1 è stato brevettato?

Il Dr. A. True Ott ha trovato nell’ufficio brevetti USA un documento appartenente all’azienda americana Medimmune, un brevetto per il virus dell’influenza suina richiesto nel 2007 e ricevuto nel 2008. L’Oms ha dichiarato che la comparsa di questo virus non ha avuto precedenti. Possibile che l’OMS non sia al corrente di questo brevetto?! (moksha75ar 5-ottobre-2009)

Continua a leggere

Verso il Grande Armageddon?

LuogoComune_logo
Tira una brutta aria negli Stati Uniti.

Da un pò di tempo sembra di percepire segnali che puntano tutti nella stessa direzione: una esasperazione della polarizzazione ideologica, moltiplicata all’infinito dall’incognita della crisi economica, su cui aleggia l’oscuro fantasma di una pandemia di dimensioni catastrofiche.
Dal punto di vista politico, la destra evangelica del Bible Belt non è riuscita a digerire l’elezione di un nero alla Casa Bianca, e sta lasciando emergere il suo odio mascherandolo da protesta per la politica “socialisteggiante” di Obama. Ma i toni estremi dei contestatori, che spesso si ritrovano a ritrarre il Presidente come una scimmia o come un cannibale con l’osso nel naso, tradiscono chiaramente la natura razzista del loro malcontento.
Nel Sud si sente parlare sempre più seriamente di secessione, mentre Sarah Palin ha lanciato l’idea di un partito a sè, che unisca tutti gli evangelici e li separi definitivamente dai “normali” repubblicani senza-dio.
Paradossalmente, però, questo malcontento viene alimentato dall’intero partito repubblicano, …

Continua a leggere

Romina Power dice no al vaccino per l’A-H1N1

La scienza verde_logo

Lettera di Romina Power ai ministri: “Dico no ai vaccini e vi spiego perché”.

Alla cortese attenzione del Ministro della Salute, On. Maurizio Sacconi e del Vice Ministro della Salute, On. Ferruccio Fazio.

Egregio Signor Ministro, Egregio Signor Vice Ministro. Vi scrivo in merito alla supposta “pandemia” A/H1N1, meglio nota come “febbre suina”. Secondo quanto avete dichiarato ai media, sono previste per l’Italia due tranches di vaccinazioni; la prima in autunno 2009 e una successiva all’inizio del 2010. Come cittadina italiana e contribuente, mi permetto dunque di sottoporVi alcuni seri dubbi riguardo all’opportunità della campagna di vaccinazione.

1. Secondo quanto apprendo dalle Vs dichiarazioni, i sintomi dell’influenza A/H1N1 non sarebbero altro che quelli della normale influenza stagionale, in forma più lieve per giunta. E mentre l’influenza stagionale provoca fino a 5000 decessi ogni anno solo in Italia, in questi mesi la A/H1N1 ha provocato “soltanto” poco più di 700 decessi in tutto il mondo.

Continua a leggere