Da Diegaro parte la resistenza al vaccino A-H1N1

IlRestoDelCarlino_Mercoledì4Novembre2009

Un piccolo gruppo editoriale contro le autorità sanitarie
Da Diegaro parte la resistenza al vaccino

Lo spettro dell’influenza suina? “Agitato per un operazione di marketing farmaceutico”

Intervista del Resto del Carlino a Giorgio Gustavo Rosso di Macro Edizioni

GiogioGustavoRosso_Vaccinarsi? Giammai, Giorgio Gustavo Rosso, 61 anni, genovese trapiantato in Romagna – nel ’91 si è trasferito a Sarsina e qualche anno più tardi a Cesena -, dei vaccini è un nemico giurato. Da sempre. Tanto da avere affrontato a suo tempo perfino un processo pur di impedire che ad uno dei suoi quattro figli venisse, “in nome della legge”, somministrata l’antipolio. E ora dalla tolda di comando del Gruppo Editoriale Macro, fondato insieme alla compagna Ivana nel 1987, quartier generale attualmente a Diegaro di Cesena (Forlì-Cesena), è deciso a scatenare una martellante offensiva contro le annunciate vaccinazioni di massa per tenere a bada la cosiddetta influenza suina.

Il marchio Macro stampa libri alternativi (ecologia, salute, spiritualità e via discorrendo) ed è arrivata a distribuirne oltre un milione l’anno. Ma il colpo grosso c’è scappato nel 2007, con i diritti per The Secret, il best seller dell’australiana Rhonda Byrne, tratto –con un singolare percorso inverso- da un film di successo. Ne sono già state vendute più di 300mila copie. L’audience insomma c’è: sui siti del gruppo navigherebbero 50mila visitatori al giorno. Ed è a questa platea che da settimane Rosso manda un messaggio: l’influenza è innocua, è il vaccino semmai ad essere pericoloso.

Continua a leggere

Annunci