Florida: a 11 anni cambia i risultati delle elezioni in 10 minuti

Un bambino di 11 anni ha cambiato i risultati delle elezioni su un sito Web statale della Florida in meno di 10 minuti.

12 agosto 2018

Un ragazzo di 11 anni è stato in grado di hackerare una copia del sito web delle elezioni statali della Florida e modificare i risultati delle votazioni in meno di 10 minuti durante la più grande convention mondiale di hacking del mondo, DEFCON 26, hanno detto gli organizzatori dell’evento.

Migliaia di hacker adulti partecipano alla convention ogni anno, mentre quest’anno un gruppo di bambini ha tentato di hackerare la copia di 13 siti collegati al voto negli stati per la battaglia presidenziale.

Il ragazzo, che è stato identificato dai funzionari di DEFCON come Emmett Brewer, ha avuto accesso a una copia del sito web del segretario di stato della Florida. Era uno dei circa 50 bambini di età compresa tra 8 e 16 anni che stavano prendendo parte al cosiddetto “DEFCON Voting Machine Hacking Village”, una parte della quale consentiva ai bambini la possibilità di manipolare nomi di partiti, nomi di candidati e totali dei voti.

Nico Sell, il co-fondatore del r00tz Asylum senza scopo di lucro, che insegna ai bambini come diventare hacker e ha contribuito a organizzare l’evento, ha detto che una ragazza di 11 anni è anche riuscita a apportare modifiche allo stesso sito web della Florida in circa 15 minuti, triplicando il numero di voti trovati lì.

Continua a leggere

Annunci

La scomparsa del volo 412

Due jet scompaiono misteriosamente dopo aver inseguito un presunto UFO. Nessuno vuol credere al colonnello Peter Moore che sostiene quest’ipotesi e i capi dell’aeronautica decidono di insabbiare le indagini. Modus Operandi dei “Servizi” durante le indagini su argomenti scottanti. Non si sa se il film tratti un argomento realmente accaduto oppure sia frutto di fantasia. Di certo non ha avuto una distribuzione adeguata ed è rimasto praticamente sconosciuto.

ANNO: 1974
REGIA: Jud Taylor
ATTORI: Glenn Ford, Bradford Dillman, David Soul, Robert F. Lyons, Guy Stockwell, Greg Mullavy, Jonathan Lippe, Stanley Bennett Clay, Jack Ging, Ken Kercheval, Edward Winter, Simon Scott, Kent Smith, Cynthia Hayward, Jesse Vint PAESE: USA
DURATA: 72 Min

Graham Hancock: viaggio verso le porte della morte

Dopo aver trascorso la maggior parte della settimana passata alle porte della morte, ho pensato di approfittare di questa opportunità per far conoscere agli amici, ai lettori, agli alleati e ai critici quello che mi stava succedendo.
A maggio 2017 ho subito una grave crisi con perdita di coscienza durante un viaggio di ricerca negli Stati Uniti. Il nuovo libro non-fiction su cui sto lavorando è incentrato sull’antico Nord America. Sono stato stabilizzato nel pronto soccorso di Farmington, New Mexico, dove mi hanno diagnosticato una trombosi (fibrillazione atriale del cuore) e curato il giorno successivo con anticoagulanti per evitare una possibile ricorrenza di quello che è stato diagnosticato come un attacco ischemico transitorio – in altre parole un “mini ictus”. Ho subito una perdita dei ricordi delle settimane precedenti la crisi ma per fortuna, e per misericordia, non ho subito nessun danno neurologico evidente e visibile alle scansioni. Il personale medico di Farmington è stato assolutamente brillante. Non ho dubbi sul fatto che il loro intervento rapido mi abbia salvato la vita.
Continua a leggere

La scomparsa del polimero Starlite di Maurice Ward

INVENTORE DILETTANTE SCONCERTA IL MONDO CON LA SUA FANTASTICA PLASTICA

Un ex parrucchiere dello Yorkshire ha sconcertato la comunità scientifica e militare di tutto il mondo producendo un magico pezzo di plastica, talmente resìstente da poter resistere al calore di un’esplosione nucleare. Esperimenti condotti presso lo Stabilimento Armi Atomiche del Ministero della Difesa (MoD). presso Foulness, nel Sussex, e da scienziati della NATO presso il poligono missilistico statunitense di White Sands. nel New Mexico. hanno mostrato che la sostanza resisteva alle simulazioni di lampi nucleari che hanno generato temperature superiori a 1.000CC.
I risultati dei test, pubblicati per la prima volta su Jane’s International Defenee Review, stanno portando le prudenti comunità scientifiche di entrambi i lati dell’Atlantico ad una strana ed umiliante conclusione: che un inventore inglese senza alcun titolo accademico ha armeggiato per alcuni anni nel suo laboratorio, trovando casualmente un segreto per il quale i fisici nucleari hanno speso decenni dì ricerche.
Inizialmente liquidato come un tipo strambo con la fissazione della plastica, Maurice Ward adesso si ritrova ad essere il festeggiato dei compiessi industriali-militari di Gran Bretagna e Stati Uniti, grazie al polimero che egli chiama Starlite.

Continua a leggere

La verità di Stefano Montanari sulla meningite

montanari-lendinara

Stefano Montanari, bolognese di nascita (1949), modenese di adozione, laureato in Farmacia nel 1972 con una tesi in Microchimica, ha cominciato fin dai tempi dell’università ad occuparsi di ricerca applicata al campo della medicina. Autore di diversi brevetti nel campo della cardiochirurgia, della chirurgia vascolare, della pneumologia e progettista di sistemi ed apparecchiature per l’elettrofisiologia, ha eseguito consulenze scientifiche per varie aziende, dirigendo, tra l’altro, un progetto per la realizzazione di una valvola cardiaca biologica.
Dal 1979 collabora con la moglie Antonietta Gatti in numerose ricerche sui biomateriali.
Dal 2004 ha la direzione scientifica del laboratorio Nanodiagnostics di Modena in cui si svolgono ricerche e si offrono consulenze di altissimo livello sulle nanopatologie. Docente in diversi master nazionali ed internazionali, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Da anni svolge un’intensa opera di divulgazione scientifica nel campo delle nanopatologie, soprattutto per quanto riguarda le fonti inquinanti da polveri ultrafini.